Erection day 2.0

Image

All’urlo di “In culo al bipolarismo” sono 215 i partiti che si contenderanno le tanto ambite poltrone.

Ormai ci sono più partiti politici che poesie di Bondi. E forse il male minore sono le poesie di Bondi.

Se non fosse che per ogni voto in loro favore i partiti ricevono 5 euro di rimborso elettorale, ci sarebbe di che divertirsi.

Vi invito ad armarvi di pop-corn e dare un’occhiata alla lista. Lo so, forse ungerete la tastiera del pc, ma ne sarà valsa la pena.

Qui il link per arrivare ai contrassegni: http://www.interno.gov.it/mininterno/export/sites/default/it/assets/files/25/2013_01_21_Contrassegni_Ammessi_2013.pdf

Il dubbio è lecito: pura goliardia, bastardi che cercano di scippare qualche euro alle casse dello stato o reale volontà di governare il paese (“tanto, se c’è Scillipoti in parlamento, perché non potrei esserci io”)?

Nello scorrere la lista si passa dal piangere sommessamente per il nostro bel paese alle risate più grasse e sincere. Tipo un romanzo di Moccia: involontariamente tragicomico.

Alcuni di loro sono entrati diritti nel mio cuore più di un calcio rotante di Chuck Norris nel costato del cattivone di turno.

N° 4 e n°35: Partito pirata. (Nostalgia del Jolly Roger o semplice apologia di Marco Pantani?)

N° 14: Sacro romano impero liberale cattolico. (Carlo Magno vive!)

N°26 e n°181: Lista civica IO NON VOTO e VOTO D’ASTENSIONE.( Andate alle urne e votate un partito che vi intima a non votare, ossimori degni di Leopardi, altro che dolce naufragar)

N°45: Unione sudamericana emigrati italiani. (Più samba per tutti!)

N°33: Movimento poeti d’azione. (Ci si trova alle 5 che si vanno a lanciare volantini dal cielo di Vienna, partiamo presto che poi si deve tutti andare a scrivere dei sonetti.)

N°28: Donne per l’Italia. (Non più solo per Silvio)

N°29: Partito internettiano. (Vincitore indiscusso del nome più brutto e del simbolo più inguardabile)

N°54: Fratellanza donne. (perché usare il termine sorellanza era troppo femminista anche per noi)

Due perle di rara bellezza:

N°90: Forza Roma. (Capitan futuro, resta con noi!)

N°164: Forza Lazio. (Aò, noi c’avemo Klose, i rapporti con la culona inchiavabile non potranno che essere ottimi)

N°96: i socialdemocratici-federalisti per l’euromediterrano. (Più che un partito una supercazzola)

N°119: Movimento Bunga Bunga. (Credo voterò loro)

N°133: Gay di destra. (Perché non c’è mica solo mr. Zeppola)

N°158: Unidos (tres, un pasito pa’delante, Maria)

N°167: Cittadini attivi. (L’altra faccia dell’omosessualità)

N°168: Disoccupati per l’Italia. (Noi altri si era in cassa integrazione e non si sapeva che fare. Quindi abbiam fondato un partito.)

E per concludere il mio preferito. Il partito più amato da svariate generazioni di segaioli incalliti.

N°81: DNA-Democrazia Natura Amore. Il partito di Cicciolina! Colei che di amore per la natura se ne intende.

Ora, io capisco che la pluralità di opinioni sia importante, ma negli Stati Uniti hanno 50 stati e 2 partiti. Noi per quale diavolo di motivo dobbiamo avere 1 stato e 215 partiti?

E più che altro, perchè dobbiamo avere 215 simboli di partito così brutti?

Causticamente, L.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...