Ho smesso di fumare. Vivrò una settimana di più e in quella settimana pioverà a dirotto.

486872_10200545750710589_121218770_n

Ho deciso di cambiare stile di vita e sono terribilmente risoluto.
Non parlo di smettere di fumare, quella è una questione di poco conto, il mio è un disegno molto più grande.
Ho deciso di vivere una vita lunga e noiosa.

Seguitemi in questo ragionamento così banale e semplice che persino Luca Giurato sarebbe in grado di esporre chiaramente.

Se è vero che il tempo ci sembra scorrere più velocemente quando ci si diverte, mentre quando ci si rompono i coglioni i secondi e minuti sembrano dilatarsi più delle cosce della Santanchè, perché non annoiarsi a morte e lasciare che il tempo scorra lentamente?

La vita si allungherebbe notevolmente, almeno per quel che riguarda la percezione che abbiamo di essa.

Le giornate diventeranno infinite e la vista di Bruno Vespa diverrà per voi fonte di gioia perché indicatrice che un’altra giornata di merda è giunta al termine.

Al che l’obiezione che potrebbe sorgere spontanea è: ma se vedendo Bruno Vespa si prova un sintomo di gaiezza, in quel momento, il tempo non ricomincerebbe a scorrere normalmente?
La risposta è no.

Un recente studio dell’ Università di Houston ha dimostrato che è fisiologicamente impossibile provare gioia di fronte alla faccia di Bruno Vespa.
Un campione di mille soggetti è stato messo di fronte a 5 minuti di porta a porta.
Dopo 15 secondi di trasmissione i livelli di fenilmetilamina e di serotonina nei soggetti era calato bruscamente.
Dopo 32 secondi il 40% ha cominciato a provare malessere esistenziale.
Allo scoccare dei 5 minuti il 50% ha cercato di cavarsi gli occhi, mentre il restante 50% aveva cercato di cavarli al dottore che conduceva l’esperimento.

Condurre questo tipo di vita non è così semplice, richiede impegno e costanza.
Sono necessari tanti piccoli accorgimenti che rendano le vostre vite disgustose in ogni piccolo istante, ma che non ve le rendano così insopportabile da meditare il suicidio.

Svegliarsi con wwwmipiacitu dei Gazosa, perdere l’autobus per pochi secondi, dimenticare l’ombrello a casa, pranzare bevendo coca cola tiepida, ascoltare le dichiarazioni di Capezzone, leggere l’editoriale di Filippo Facci, pestare una pozzanghera, ascoltare D’Alessio e la Tatangelo sotto la doccia, frequentare forum su Justin Bieber, fare sesso solo con fini procreativi e guardarsi la filmografia di Nino D’Angelo sono solo alcuni esempi di come peggiorarvi la vita.

Ho anche assunto il cantante dei Modà come personal trainer, ogni volta che sto per divertirmi comincia a cantare “Se si potesse non morire” accarezzandosi il petto e fissandomi con sguardo sensuale.

Persino cagare tendo a non renderlo un piacere.
Il trucco è non andare in bagno quando si ha lo stimolo ma aspettare che la vostra stitichezza diventi cronica costringendovi all’uso di una purga.

Ora però è meglio che smetta di scrivere, perché non vorrei provare gratificazione per qualcosa che ho fatto.
Infatti nel caso provassi autocompiacimento rischierei di tornare ad apprezzare la vita, in quel caso mi troverei costretto a ricorrere alla mia ultima risorsa: guardare uno strip-tease integrale di Rosi Mauro.

La tengo legata al letto di camera mia pronta per ogni evenienza.

L.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...