Ho capito di essere grave quando mi sono ritrovato ad essere d’accordo con un’affermazione di Giovanardi

Image

Dottore ho capito di essere grave quando mi sono ritrovato ad essere d’accordo con un’affermazione di Giovanardi.

(http://bologna.repubblica.it/cronaca/2013/10/21/news/ragazza_stuprata_a_modena_giovanardi_nessuna_meraviglia-69081857/)

Ora, è chiaro che se leggo prima del virgolettato sen. Giovanardi mi viene da storcere il naso pure a me, ma se ci fermiamo a ragionare su ciò che ha detto è difficile non essere d’accordo.

Voglio dire, probabilmente si tratta di un pensiero cinico e superficiale, ma deprimentemente corretto.

Davvero siamo stupiti di quanto accaduto alla ragazzina di 16 anni?
Se davvero siete stupiti ed indignati ho una brutta notizia da darvi, forse non avete proprio idea di quello che passa per la testa di molti adolescenti né di quello che combinano il Venerdì sera.
Io da provincialotto ne rimango sconvolto, ma ad essere sincero non ne sono affatto sorpreso.

Viviamo in una società in cui sesso, soldi e successo (citando una guru del nostro tempo) sono venerati come traguardo unico ed inequivocabile delle nostre vite.
Voglio dire, il personaggio medio da cui traggono ispirazione gli adolescenti sono persone del calibro di Balotelli, Diprè, Corona e Raffaella Fico.

Con questo non voglio fare della facile retorica riguardo al degrado intellettuale del nostro tempo o puntare il dito contro i mezzi di comunicazione.
Quello che voglio farvi notare è che è inutile scandalizzarci per i tragici eventi del nostro tempo se continuiamo in maniera costante ed estenuante a svuotare di significato i gesti che compiamo.
I gesti non hanno un significato intrinseco, ma hanno significato per il percorso e le ragioni che ci hanno portato a farli.

Io non so esattamente come siano andate le cose la sera del fattaccio e non so se la colpa sia di una società malata, di famiglie assenti o di scuole inadeguate.
Però, in ogni caso, se avete dei figli, spegnetegli la TV che trasmette Gersey Shore e dategli una rotta di calci nel culo. Perché anche se voi non lo sospettate, fidatevi, se la meritano.

La speranza è che Mastroianni al termine della Dolce Vita non ritorni a guardare il mostro marino assieme ai suoi compagni di bisbocce, ma che si fermi invece ad ascoltare quella giovane e pura ragazza che tenta invano di parlargli.

http://www.youtube.com/watch?v=6Opglbu1NTY

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...